Staffetta della stella: la corsa alla solidarietà

Per il secondo anno consecutivo la “Staffetta della Stella” organizzata dalle associazioni ‘Rock No War’ e ‘Un Ponte verso Betlemme’ e patrocinata dal Comune di Modena e da Radio Bruno ha riunito oltre 170 persone in un evento benefico a favore dell’Hogar Niños Dios e del Caritas Baby Hospital di Betlemme. 

I partecipanti all’iniziativa solidale si sono impegnati, dal 2 al 29 ottobre, a percorrere i 3728 km complessivi della staffetta, pari alla distanza tra Modena e Betlemme. Ciascun protagonista doveva indossare la maglietta dedicata all’evento, percorrere 10 o 50 chilometri su un tragitto a piacere e testimoniare la propria partecipazione con una fotografia.
 Per Gep hanno corso: Demetrio De Feo, Paolo Guatelli e Emanuele Maffei; l’azienda ha inoltre partecipato devolvendo alla causa la somma destinata ai regali natalizi. 

Quale posto migliore per percorrere i ‘soli’ 42 km e 195 m rimanenti per coprire la distanza se non la pista di atletica del campo scuola della Fratellanza di Via Piazza a Modena? Sono state 53 le persone che il 31 ottobre hanno completato questa distanza; tra di esse erano presenti anche personalità del mondo dello sport, dello spettacolo, della società civile, religiosa e militare che, correndo 800 metri a testa, hanno completato la staffetta. All’arrivo ideale a Betlemme è stato ricordato come costruire ponti e non muri sia la chiave per diffondere pace e fratellanza, in uno spirito solidale che abbatte i confini geografici.

ll Caritas Baby Hospital di Betlemme è la sola ed unica struttura ospedaliera pediatrica sita in territorio palestinese, proprio accanto al muro che divide la città e Gerusalemme. I bambini che necessitano di cure vengono accolti a prescindere dalle differenze religiose o di nazionalità. Non ricevendo finanziamenti dal governo, l’ospedale continua ad aiutare i piccoli ospiti grazie a donazioni private. 

A partire dal 2017, l’associazione “Un ponte verso Betlemme” ha scelto di donare una parte dei fondi raccolti, oltre che all’ospedale pediatrico, anche al vicino orfanotrofio Hogar Niños Dios. Così come la precedente, anche questa struttura gestita dalle Suore del Verbo Incarnato opera senza alcun sussidio pubblico, accogliendo in modo permanente bambini e ragazzi disabili abbandonati dalle famiglie e che hanno bisogno di un percorso assistenziale o riabilitativo.

È possibile fare donazioni per il Caritas Baby Hospital di Betlemme e l’Hogar Niños Dios sul conto corrente aperto presso BPER filiale di Formigine intestato a Rock No War – Un ponte verso Betlemme IBAN IT18T0538766781000003081554

 


 

Ultime news

Iscriviti
alla nostra
newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Privacy Policy*

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER
Torna su

Occasioni di formazione
e approfondimento
insieme a imprenditori,
operatori e dirigenti del settore
della Logistica e del Trasporto

Un’occasione per approfondire
le nostre soluzioni,
in un confronto diretto
con i nostri project manager